Talenti LEGO: Intervista a Daniele Benedettelli, il Professor LEGO Mindstorms

 /   / 

Talenti LEGO: Intervista a Daniele Benedettelli, il Professor LEGO Mindstorms


La nuova rubrica "Talenti LEGO"

Oggi siamo lieti di inaugurare la nuova rubrica "Talenti LEGO" dove avremo il piacere e l'onore di ospitare persone che in un modo o nell'altro hanno a che fare con LEGO.

Con il termine LEGO non ci riferiamo esclusivamente ai mattoncini, anche se daremo sicuramente spazio anche a creatori di MOC, fotografi di minifigure e altri artisti. Ospiteremo anche personalità che hanno collaborato con LEGO Group, con l'obiettivo di conoscere meglio i "dietro le quinte" dell'azienda che ha dato vita ai mattoncini che hanno stregato il mondo.

Cercheremo di concentrarci principalmente su personalità italiane: nonostante si parli sempre di talenti e opere straniere, è bene sapere che nel nostro bel paese siamo pieni di artisti, appassionati o addetti ai lavori che meritano di essere conosciute dal grande pubblico per il loro contributo alla passione che ci accomuna.

Si parte!

Per il primo episodio ho avuto il piacere di ospitare nientemeno che Daniele "Danny" Benedettelli, che si è gentilmente messo a disposizione per una intervista via email.

daniele benedettelliPer chi non lo conosce, si tratta di un genio della robotica, autore di straordinari robot costruiti tramite i componenti di LEGO MINDSTORMS, che utilizza anche per insegnare robotica all'università.

Ma non solo: ha collaborato con LEGO per la progettazione del software che da vita alla linea Mindstorms, ed è apparso anche in tv durante la trasmissione I Fatti Vostri su RAI 2, dove ha avuto l'occasione di mostrare le sue creazioni al grande pubblico.

Daniele inoltre è l'autore di svariati libri dedicati alla programmazione robotica tramite LEGO MINDSTORMS, tra cui The LEGO MINDSTORMS EV3 Laboratory. Confesso di essere molto contento di averlo come ospite, visto che anche io sono un programmatore. Ovviamente non al suo livello!

Ora, senza ulteriori indugi, andiamo a conoscere meglio questo Talento LEGO italiano.

Intervista a Daniele Benedettelli


Due parole su chi sei e di cosa ti occupi.

Sono Daniele Benedettelli, classe 84, Ingegnere dell'Automazione.

Ho fatto tanti lavori: ricercatore all’Università, ingegnere di R&D aziendale su localizzazione di enormi robot mobili, insegnante di scuola superiore… prima di approdare al mio lavoro attuale: insegnante di robotica tramite i LEGO MINDSTORMS, e freelance LEGO designer. Tra poco spero di cominciare il dottorato.


Su cosa stai lavorando attualmente?

Aspettando l’OK definitivo per una commissione dall’estero per un modello LEGO MINDSTORMS di una fabbrica, sto preparando una campagna di crowd funding per portare al pubblico di tutto il mondo il mio sistema didattico Brick-a-Braille, per insegnare ai bambini ciechi a leggere in Braille giocando con i mattoncini LEGO.


Quali sono tue creazioni che esprimono meglio la tua passione?

LEGO RUBIK UTOPIA, il primo robot LEGO MINDSTORMS a risolvere automaticamente un cubo di Rubik 3x3 in meno di un minuto (2007), che ha ispirato tutti i successivi robot LEGO in grado di risolvere cubi di Rubik (anche il CubeStormer, dicono).

LEGO Rubik Utopia

LEGONARDO, scultura SNOT con braccio LEGO MINDSTORMS, in grado di disegnare ritratti dal vivo.

CYCLOPS, robot umanoide sociale, in grado di seguire i volti umani, capire il parlato, parlare, gesticolare e recitare (oltre a poter essere telecomandato con un esoscheletro).

DUCK MAKER, un robot che si autoreplica, ovvero una papera gigante che, nutrita a mattoncini, depone uova contenenti copie di se stessa, 16 volte più piccole, costruite con i suddetti mattoncini.

DuckMaker


Cosa ti ha spinto ha realizzare le tue idee utilizzando LEGO MINDSTORMS piuttosto di altri strumenti?

Il sistema LEGO è uno strumento creativo flessibile e potente, che consente una realizzazione rapida delle idee che mi frullano in testa. Non ho bisogno di stampanti 3D, metallo, legno, colla o seghetto. Tutto è pronto, se si ha a disposizione tanti armadi dove organizzare i pezzi. Questo per quanto riguarda la struttura delle mie creazioni. Non sono un purista, quindi spesso uso elettronica di terze parti, custom, servocomandi da modellismo, software di programmazione non ufficiale.


Raccontaci qualcosa della tua collaborazione con LEGO.

Nel 2006, fui reclutato nel MINDSTORMS Developer Program, per testare e debuggare il software del LEGO MINDSTORMS NXT.

LEGO 8547 NXTLEGO 8547 NXT veicolo

Da allora ho collaborato con TLG più o meno saltuariamente, sono stato parte del gruppo di 12 esperti (poco sfruttati, a dire il vero) selezionato per aiutare nello sviluppo del nuovo LEGO MINDSTORMS EV3.

La collaborazione più soddisfacente è stata quella con LEGO Education nel 2012: sono stato programmatore esterno per i modelli del core set Education 45544 e di quelli dell’espansione 45560.

LEGO 45544 Set Core EV3 EducationLEGO 45560 Set di Espansione EV3 Education

Gyroboy sta in piedi grazie al mio software, ho programmato il comportamento simil-tamagotchi del cucciolo, ho rifinito con cura i movimenti della fabbrica di trottole. Tuttora, continuo a partecipare come espositore agli eventi ufficiali.


Cosa consiglieresti alla LEGO per migliorare o ampliare la sua linea MINDSTORMS?

Se ne potrebbe parlare un mese intero! Di suggerimenti (ignorati) ce ne sono stati tanti, e tanti ce ne sarebbero ancora. Diciamo che per il servomotore medio EV3 potete ringraziare noi 12 esperti, ma non dovete avercela con noi se il mattoncino EV3 è più grosso dell’NXT e non ha il display retroilluminato.

LEGO 45503 Servomotore Medio EV3LEGO 45500 Mattoncino Intelligente EV3

I motori hanno un backlash (gioco) sul pignone di oltre 17°, i motori Power Functions sono molto meglio da questo punto di vista; vorrei più porte sul mattoncino, e tutte multifunzione (sia ingresso che uscita); vorrei che la parte di potenza fosse separata dalla parte di controllo, potendo magari posizionare le batterie dove voglio, e non trovarmi a dover progettare un robot umanoide intorno ai mattoni programmabili, ingombranti e pesanti; vorrei motori tipo servi RC da modellismo, per realizzare robot umanoidi compatti; vorrei un firmware privo di bug (ad esempio, il daisy chaining USB, cioè la possibilità di collegare più EV3 in cascata, è affetto da bug gravi), ecc. ecc.


Quali risorse consigli a chi vuole iniziare con LEGO MINDSTORMS?

Indubbiamente, il set più a buon mercato è il 31313, anche se come assortimento preferisco quello Education 45544, che si trova difficilmente e a prezzi esorbitanti. Purtroppo l’NXT è fuori produzione, ma sarebbe quello che consiglierei. Sono ancora innamorato del buon vecchio NXT!

LEGO 31313 EV3LEGO 31313 EV3 scorpione

Una volta costruiti i 5 modelli base, gli utenti potranno godere dei 12 modelli bonus realizzati da noi esperti (io ho progettato una chitarra elettrica funzionante). Poi, potranno imparare tecniche di costruzione studless (Technic, senza bottoni a incastro) e di programmazione con libri (nessuno in Italiano) come il mio The LEGO MINDSTORMS EV3 Laboratory, tradotto in Tedesco, Polacco, Cinese Tradizionale, Cinese Semplificato, Coreano.

Perché non in Italiano? Gli editori pensano che non ne valga la pena, e dopo alcuni anni nel settore, devo dire a malincuore che la penso come loro. I numeri non giustificano il lavoro enorme di traduzione, oltre che l’impegno economico nell’acquisto dei diritti di traduzione.


Quali altre passioni coltivi?

In primis, mia moglie Lucia. Poi, anche se ora ho un po’ rallentato, suono il pianoforte, e compongo musica: con mio fratello ho scritto un’opera rock e alcune colonne sonore per spot e un lungometraggio. Disegno fumetti (ho collaborato a quello incluso nel mio libro sull’EV3), e mi rilasso con gli origami, ma il tempo libero non esiste più.


Cosa ti trattiene in Italia nonostante la tanto discussa fuga di cervelli?

Abito nella capitale della maremma toscana, dove tutti, Italiani e stranieri, vengono in vacanza e vorrebbero vivere. E io dovrei andarmene? I miei clienti del lavoro di LEGO designer freelance sono tutti all’estero, quindi posso lavorare ovunque ci sia una connessione a internet. Già adesso viaggio parecchio, almeno 2 volte all’anno per il mio lavoro. Durante e dopo il dottorato viaggerò anche di più, ma sempre sapendo di tornare a casa. Lucia è medico specializzando all’ospedale Siena, ragione in più per rimanere, ancora per un po’.


Cosa consiglieresti a chi vuole intraprendere una strada simile alla tua?

Studiate parecchio, accumulate competenze a tutto tondo, ma con la consapevolezza che tutto questo non basterà. Servirà fantasia, creatività, coraggio, abilità nel sapersi “vendere” su internet, e immancabilmente fortuna.

“Se sei bravo, ma non hai fortuna, rimarrai sconosciuto.

Se hai fortuna ma non sei bravo, durerai molto poco.”

(aforisma mio!)


Conclusione

Abbiamo conosciuto meglio Daniele, che ringraziamo di cuore per il tempo che ci ha dedicato. Il mondo della robotica tramite i set LEGO Mindstorms ed Education è incredibilmente stimolante, e grazie ai suoi libri e alla sua passione Daniele lo rende ancora più affascinante e sorprendente. Noi di Mattonito gli auguriamo una buona continuazione della sua brillante carriera, che seguiremo con interesse: non vediamo l'ora di vedere altre sue opere in azione!

A voi amici che ci seguite, mando un saluto e se questa intervista se vi è piaciuta vi invito a condividerla sui vostri social preferiti. Alla prossima!


shadow

Scritto da Andrea Biagini

Appassionato di sviluppo software, ha riscoperto i mattoncini LEGO® alla nascita di suo figlio... e ha unito le due passioni dando vita a Mattonito! Ama Star Wars e tutto quello che ha a che fare con gli anni '80, è un inguaribile nostalgico e spera sempre escano set dedicati ai robottoni.

Potrebbe interessarti anche...