Glossario del Mondo LEGO – Termini di Base

Se siete da poco entrati a far parte del mondo LEGO, vi sarà capitato di leggere sui forum o su qualche guida online alcuni termini, soprattutto in inglese, che potrebbero risultare incomprensibili. Inoltre, alcuni di voi si saranno chiesti il nome di elementi LEGO che non possono essere chiamati semplicemente “mattoncini”.

Alfabeto LEGO

Per aiutarvi, abbiamo pensato di realizzare un glossario che spiega i termini di base utilizzati nel mondo LEGO. Questo vi permetterà di capire meglio i concetti di base e vi renderà la vita più facile nel caso vogliate parlare con altri costruttori LEGO utilizzando un linguaggio più tecnico. Vi sarà inoltre più semplice cercare pezzi nei negozi specializzati.

Abbiamo aggiunto anche una breve guida che vi illustrerà i concetti base legati al sistema di misurazione degli elementi LEGO.

Nell’infinito catalogo LEGO esistono centinaia di componenti di diverse forme e utilizzi; con questo glossario cominceremo ad imparare i nomi di quelli principali, consentendovi di acquisire la terminologia di base di un vero appassionato LEGO.

Brick – Mattoncino

LEGO Brick / Mattoncino

Il cuore della struttura di costruzione LEGO è proprio il mattoncino. Esistono in varie colorazioni e dimensioni, e la presenza di studs sulla superficie ne permette l’aggancio per poter costruire forme tridimensionali. Alcuni di essi presentano delle stampe su una o più superfici.

Stud – Bottone

LEGO Stud / Bottone

È l’elemento chiave del sistema ad incastri LEGO: gli studs sono dei piccoli bottoni posti sulla superficie degli elementi di costruzione LEGO che ne permettono l’assemblaggio.

Baseplate – Piastra base

LEGO Baseplate / Piastra Base

È una piastra piatta che presenta una serie di studs sulla superficie superiore, ma non su quella inferiore. Si utilizza solitamente come base di appoggio e costruzione sulla quale assemblare modelli come case, città o paesaggi. Utile anche per poter fornire alle minifigure LEGO una base di aggancio stabile.

Esistono sia baseplates semplici, monocolore e ricoperte uniformemente di studs, sia più elaborate, che rappresentano strade, intersezioni, fiumi e laghi.

Esistono inoltre baseplates speciali che presentano sezioni rialzate e permettono di riprodurre rocce, colline e altri elementi di paesaggio.

Plate – Piastra

Si tratta di un mattoncino sottile, più spesso di una baseplate. Per essere precisi, una plate è spessa 1/3 rispetto ad un mattoncino classico: quindi dovete impilarne tre per ottenere la stessa altezza. Come i mattoncini, anch’esse possono essere agganciate ad altri elementi ad incastro dotati di studs.

Tile – Piastrella

Sono molto simili alle plates, ma sono prive di studs sulla superficie che risulta quindi perfettamente liscia. Il loro utilizzo tipico consiste nella rappresentazione di pavimenti, superfici piane come tavoli e sedie e in generale ogni volta che si rende necessario creare una superficie liscia. Si possono agganciare ad altri elementi tramite la superficie inferiore, ma non superiore.

Sistema di misurazione degli elementi LEGO

Nel mondo delle costruzioni LEGO, le dimensioni dei pezzi non sono espresse in centimetri o pollici; l’unità di misura comunemente adottata è il numero di studs presenti sulla sua superficie.

Secondo questo sistema di misure, il classico mattoncino LEGO che presenta 2 studs sul lato corto e 4 sul lato più lungo è definito un mattoncino 2×4.

Una plate con 4 studs sul lato più corto e 8 su quello più lungo viene definita una plate 4×8, mentre una baseplate quadrata con 50 studs per lato è definita una baseplate 50×50.

Il sistema di misurazione in studs vale anche per quegli elementi che ne sono privi, in quanto gli stampi LEGO sono comunque basati su di essi: una tile – per definizione priva di studs – delle stesse dimensioni di una plate 1×4 viene infatti definita una tile 1×4.

Siamo giunti alla fine di questa guida, speriamo vi sia stata utile! 🙂

Se avete domande o suggerimenti scrivete nei commenti qui sotto!

CONDIVIDI